dalla città al borgo intelligente competere pietro paganini non ripete stefano cianciotta perna bulian purini passamani 2

Dalla Città al Borgo Intelligente – Webinar – Competere, Pietro Paganini

 
Con Competere abbiamo organizzato Dalla Città al Borgo Intelligente. Insieme ad un panel di architetti di fama internazionale e l’amico fraterno Stefano Cianciotta, abbiamo avviato il ciclo di seminari – webinar – Dalla Città al Borgo Intelligente.
La crescita dello smart working è aumentata esponenzialmente con il covid-19. Si stanno riscoprendo le periferie, ed in particolare modo i borghi e i villaggi abbandonati negli ultimi decenni. 

RIVEDI IL WEBINAR CON TUTTI GLI INTERVENTI >>>

Con la mia moderazione ha introdotto il webinar Dalla Città al Villaggio Intelligente, l’Architetto Maria Grazia Perna. Sono intervenuti l’Archistar Franco Purini (La Sapienza); il Sovrintendente Architetto Gianni Bulian; la Professoressa Ivana Passamani (Unviersità di Brescia); e il Professore Stefano Cianciotta (Sviluppo Abruzzo e Università di Teramo). 
 
dalla città al borgo intelligente competere pietro paganini non ripete stefano cianciotta perna bulian purini passamani
La recente epidemia coronavirus e la conseguente scia di crisi economica, ha evidenziato tutte le criticità della grande città frutto di uno sviluppo del territorio centralizzante.
 
L’alta densità abitativa e il conseguente degrado ambientale, culturale e sociale ha fatto drammaticamente emergere tutti i limiti di una scelta ormai non più vincente sotto svariati punti di vista.
 
La grande sfida futura è sviluppare quanto di più bello ed essenziale e già esistente sul nostro territorio, a una vita veramente sana, proteggendo l’ambiente, i suoi ecosistemi, la sua biodiversità, che, nell’insieme, rappresentano il bene comune di tutta l’umanità.
 
Una soluzione vincente è rappresentata dal recupero e sviluppo abitativo dei nostri Borghi. Luoghi simbolo della nostra storica cultura e radici della nostra civiltà moderna, come potenziale forza vincente per il nostro futuro.
 
Il recupero di questi luoghi antichi, a volte veri gioielli incastonati sul territorio, binomi tra l’ambiente e le sue caratteristiche può essere fattore di un’attenta rigenerazione urbana. Si da vita a una nuova forma di aggregazione, con una qualità di vita rispettosa del territorio e della salute.

SCARICA IL FOCUS DI COMPETERE.EU SULL’ESPANSIONE CINESE >>>

UN NUOVO PROGETTO 

La filosofia di questo progetto rifugge completamente dall’idea di un recupero abitativo per la seconda casa solo per periodi limitati e vincolati alla stagionalità. Ma ne prevede lo sviluppo come residenza fissa e continuativa.
 
L’idea è strettamente legata ad un vero sviluppo di queste realtà perché diventino di nuovo centri di scambio e di una nuova socialità, rispettosi di un’economia ecosostenibile valorizzando competenze in ogni campo, legate essenzialmente alle risorse del territorio.
 
È importante puntare a zone che abbiano già una rete stradale per permettere la facile viabilità e raggiungimento del borgo. In presenza di coltivazioni e risorse particolari pensare alla lavorazione dei prodotti attraverso una rete di piccole ditte di trasformazione.
 
Dobbiamo, quindi, mirare sempre più a una gestione responsabile e sostenibile del capitale naturale. Che è patrimonio di tutti, cui è strettamente associato quello culturale, unico al mondo.

IL BORGO INTELLIGENTE

BORGHI quindi, crocevia di cultura, tecnologia, agricoltura ecosostenibile volta alla produzione di prodotti lavorati e trasformati sul posto, anche come richiamo turistico con strutture organizzate per l’accoglienza: alberghi diffusi, bed & breakfast, agriturismi.
 
Serve, a questo fine, una regia più forte dello Stato. Che riesca a valorizzare le potenzialità degli Enti di Ricerca e delle Universit. Che possono contribuire in modo determinante e coordinato ad un’innovazione partecipata sempre nel rispetto della natura e delle persone. La recente pandemia ci ha fatto capire che ora siamo nelle condizioni per avviare nuovi processi di riconversione dell’economia, di terra e di mare (green & blue economy).
 
Il ricorso alla finanza agevolata principalmente europea, potrebbe essere facilitatore del percorso e stimolare l’imprenditoria locale con nuovi segmenti lavorativi oltre che sociali tali da avviare l’occupazione umana.

SCARICA IL FOCUS DI COMPETERE.EU SULLE ELEZIONI USA >>>

 

Paganini Non Ripete - e-zine Road to the Future

The weekly e-zine that analyzes economic and social facts, elaborates and shares ideas, helps anticipating the future.

SETTORI CHIAVE PER LO STUDIO E LO SVILUPPO

  • Sviluppare e ripristinare le strutture abitative già esistenti nei borghi nel rispetto delle politiche ambientali green ed eco sostenibili. 
  • Creare strutture, infrastrutture e network tra parti sociali, imprenditoriali, gruppi industriali, ricerca di territorio per lo sviluppo di strategie e pratiche per la promozione della sostenibilità e del benessere sociale attraverso centri di ricerca.
  • Tutelare la salute anche con politiche di attività eco compatibili; economia circolare; pendolarismo a impatto zero; alimentazione mediterranea, piano per lo sport e svago di livello culturale per la popolazione.
  • Elaborare un piano straordinario per la riduzione delle emissioni climalteranti; formulazione di un programma con un piano d’investimenti per l’attuazione di misure di adattamento e mitigazione dei cambiamenti climatici. Si possono ristrutturare gli immobili e le strutture con caratteristiche di risparmio energetico e riciclo delle energie prodotte.
  • Inserire nel programma nel Piano Nazionale Integrato per l’Energia con priorità alle rinnovabili (per es. un piano per superare il 50% del fabbisogno energetico con rinnovabili entro il 2030).
  • Promozione dell’“Italian food” ecosostenibile, biologico, diversificato, con recupero delle aree ‘marginali di territorio ed incentivazione di una nuova zootecnia di qualità, per prevenire future epidemie/pandemie.
  • Investimenti in agro-bio-food in aree agricole interne abbandonate o semi-abbandonate.
  • Censimento dei centri in cui saranno potenziate le infrastrutture digitali per rendere i Borghi completamente collegati e ridurre la mobilità di tipo inquinante.
  • Potenziamento della cultura, attraverso aree dedicate all’arte, in tutte le sue forme, all’artigianato, secondo le tradizioni e le radici locali.

 

Dalla Città al Borgo Intelligente – Webinar – Competere, Pietro Paganini

dalla città al borgo intelligente competere pietro paganini non ripete stefano cianciotta perna bulian purini passamani

Author

PNR