Covid-19 Le Bugie di Pechino pietro paganini non ripete radio radio

Covid-19 Le Bugie di Pechino – Radio Radio – Pietro Paganini

Radio Radio mi ha invitato ad intervenire sulle sue frequenze per commentare l’impatto economico del covid-19 in Italia, in Europa e nel mondo.

Paganini Non Ripete - e-zine Road to the Future

The weekly e-zine that analyzes economic and social facts, elaborates and shares ideas, helps anticipating the future.

Per gli ascoltatori di Radio Radio ho spiegato le misure del Governo, e ho provato ad anticipare lo scenario dei prossimi giorni. Ma soprattutto, ho analizzato il comportamento, geopolitico, della Cina. Ho approfondito le responsabilità della Cina nella diffusione del virus con la complicità dell’OMS. Le evidenze e i fatti sono chiari, la Cina è responsabile e ha speculato.

Ascolta il mio intervento qui >>> o qui sotto

 

Covid-19 Le Bugie di Pechino

Stando ai pareri, al solito discordanti, degli esperti in materia il coronavirus sarebbe sorto in Cina in un periodo non ben definito dello scorso autunno. Tralasciando l’origine, è ben noto come la Cina sia stato il primo Paese ad affrontare l’epidemia e anche uno dei primi ad uscirne.

Ancora oggi i cinesi godono di una situazione gran lunga migliore rispetto al resto del mondo. Non solo in termini sanitari con tutte le principali misure di prevenzione ormai scongiurate. Ma anche dal punto di vista economico, per via dei sorprendenti dati che arrivano dal Pil e dai rendimenti della Cina.

COMPRA IL NUOVO LIBRO SULLE ELEZIONI USA >>>

Del tema hanno discusso Luigia Luciani e Stefano Molinari intervistando l’economista Pietro Paganini. Ecco il suo intervento a “Lavori in corso”.

“Noi viviamo un conflitto ormai decennale tra lo Stato e le Regioni o le Regioni e lo Stato. Il Governo ha marzo ha preso una linea dura e molte regioni si sono lamentate. Oggi il Governo ha preso una posizione diversa, anche perché ha in mente di non andare verso il lockdown e di tenere aperto quanto più possibile.

RIVEDI L’INTERVISTA PER INFORMAZIONE FISCALE: FISCO E LAVORO >>>

Considerando una situazione ideale dove tutti girano e tutti sono in grado di infettarsi. Sarebbe una società perfetta, ma al momento non esiste. E di conseguenza la linea del Governo è di ridurre al minimo i contatti.

A dicembre la Cina era messa con le spalle a muro da una buona parte della comunità mondiale, compresi gli Stati Uniti. E oggi la Cina è l’unica che può cantare una vittoria. Qual è la fotografia della Cina penso non lo sappia nessuno. I problemi li hanno risolti a modo loro calpestando i diritti”.

Author

PNR