premio amico indonesia paganini

Sono Amico dell’Indonesia!!!

Sono stato premiato dall’Ambasciatore dell’Indonesia, Amico dell’Indonesia, riconoscimento per l’impegno nella promozione delle commodity indonesiane, ed in particolare per aver affermato il diritto di milioni di cittadini indonesiani di prosperare liberamente promuovendo la sostenibilità ambientale.

Paganini Non Ripete - e-zine Road to the Future

The weekly e-zine that analyzes economic and social facts, elaborates and shares ideas, helps anticipating the future.

L’Ambasciatore Indonesiano Esti Andayani mi ha conferito il premio riconoscimento come cittadino amico mercoledì 22 presso l’ambasciata di Indonesia in Roma.

È un riconoscimento che mi rende orgoglioso e afferma il lavoro fatto in questi anni con l’Indonesia per promuovere l’olio di palma sostenibile, favorendo la prosperità di milioni di indonesiani, il loro diritto al lavoro e all’educazione.

Questa è la mia nota rilasciata alla stampa e ripresa dall’Agenzia stampa che si occupa di temi esteri, Nova >>>

 

Roma, 23 gen 16:03 – (Agenzia Nova) – E’ stato conferito a Pietro Paganini professore alla John Cabot University e alla Temple University di Philadelphia, e animatore del think-tank Competere.eu. Lo speciale riconoscimento di amico dell’Indonesia dall’ambasciatore indonesiano Esti Andayani per aver contribuito a migliorare le attività commerciali tra Italia e Indonesia e per aver aiutato a tutelare la reputazione delle materie prime indonesiane tra cui l’olio di palma. “È un grande onore per me ricevere questo riconoscimento dall’ambasciatore indonesiano e dal governo di Giacarta – dichiara Paganini – la crescita dell’economia indonesiana è impressionante ed è un’opportunità per noi italiani, sia economicamente che socialmente. Purtroppo, le solide relazioni commerciali sono a rischio per via della stupida campagna di demonizzazione e discriminazione dell’olio di palma. Gli interessi commerciali di poche aziende italiane – a causa del Senza Olio di Palma – stanno mettendo a repentaglio i rapporti tra i due paesi. Dobbiamo evitare una guerra commerciale – l’ennesima – e lavorare per un giusto rapporto commerciale. In Indonesia non si trovano prodotti che discriminano ingredienti italiani- conclude – e non capisco perché noi si debba discriminare l’olio di palma”. (Com) © Agenzia Nova – Riproduzione riservata

Author

PNR