il suicidio paganini rai news 24 salvini vicaretti de micheli conte

Il Suicidio – RAI News 24 – Pietro Paganini

Quello di Matteo Salvini è un suicidio politico inspiegabile, o almeno stando ai pochi elementi pubblici e riservati a mia disposizione. E’ l’argomento che ho esposto questa mattina a Studio 24, su RAI News 24, nell’edizione speciale condotta da Roberto Vicaretti per affrontare la Crisi di Governo. Hanno partecipato anche il Prof. Pasquino e Paola De Micheli del PD.

Paganini Non Ripete - e-zine Road to the Future

The weekly e-zine that analyzes economic and social facts, elaborates and shares ideas, helps anticipating the future.

Ho esposto che quella di M. Salvini è una scelta inspiegabile che indebolisce la già precaria stabilità politica ed economica dell’Italia, minandone la credibilità. Piuttosto, la mossa tattica del Capitano leghista è quantomeno anomalo per i tempi.

Si povera innescare dopo le lezioni europee, avrebbe avuto senso per rimarcare le divisioni sfruttando l’esito elettorale.

Si sarebbe potuto scatenare uno scontro all’interno del Governo con il Primo Ministro Conte dopo la nomina con il sostegno del Movimento 5 Stelle, della Presidente della Commissione Europea. Di occasioni ce ne sono state molte.

La TAV è un pretesto. Non è nel contratto di Governo, non è nemmeno tra i temi chiave dell’asse giallo verde. E’ una distinzione risaputa a cui Salvini non ha mai dato peso.

Perché allora? Le ipotesi sono tante ma ne ho segnalate 3:

  • pressioni interne dalla lega lombarda e veneta, in particolare dai territori che maldigeriscono il contratto con Di Maio e soci
  • il Russiagate. Dall’esplosione del caso Russo, Salvini ha commesso una serie di errori grossolani che dimostrano il fastidio per una situazione parossistica.
  • cattivi suggerimenti dal neo Suocero Verdini e da ambienti USA e brussellesi/UE.

Salvini chiede le dimissioni del Primo Ministro Conte ma chi perderà davvero il posto sono lo stesso Salvini e i legionari leghisti.

La via migliore che sceglierà il Presidente Mattarella sarà la seguente:

  • melina per far passare i giorni e scongiurare elezioni ad ottobre
  • favorire un Governo di scopo che affronti temi caldi senza grandi esosità politiche
  • favorire larghe intese per indebolire la narrazione populista di salvini disinnescando i sui canali di comunicazione

E’ proprio la narrazione sovranista che Salvini cercherà di cavalcare secondo il classico playbook leghista.

 

Quella del Governo del Cambiamento resta un’occasione persa. E’ stato fatto poco e male. E i poteri consolidati delle burocrazie riusciranno ad imporsi con il Governo di scopo che sarà appunto, un’altra opportunità mancata.

Attendiamo fiduciosi le prossime vicende in quella che sembra più una crisi isterica di personaggi certamente non all’altezza dell’incarico che la pancia rumorosa dei cittadini gli ha assegnato.

 

 

Il Suicidio – RAI News 24 – Pietro Paganini

Author

PNR