Infrastrutture Anas Il Potere dei Burocrati pietro paganini new yorker

Gli Intoccabili Infrastrutture Anas Il Potere dei Burocrati – PNR170 – Pietro Paganini

Buona Domenica 🌈 e benvenuti alla mia newsletter Paganini non Ripete, la nr. 170. E’ la Giornata Mondiale della Proprietà Intellettuale, leggi la lettera che con una coalizione internazionale di Think-Tank abbiamo inviato al WIPO >>>

Paganini Non Ripete - e-zine Road to the Future

The weekly e-zine that analyzes economic and social facts, elaborates and shares ideas, helps anticipating the future.

Il commento della settimana è sulle infrastrutture che crollano. Ci sono i responsabilimancanza di professionalità. Eppure nessuno li rimuove. Lo Stato ha abdicato, la Politica che dovrebbe rappresentare gli interessi dei cittadini è prigioniera della burocrazia che fortifica il suo potere attraverso la mancanza di professionalità e di responsabilità. È necessario che noi cittadini pretendiamo trasparenza e responsabilità facendosi che la burocrazia torni al nostro servizio, e non viceversa. >>> 

Abbiamo scritto anche al Ministro dei Trasporti per chiedere di intervenire su ANAS >>>

Il grafico della settimana: La Libertà di stampa nel mondo. L’Italia non è tra i primi…  >>>

E poi ci sono le immagine del Paganini non Ripete: la tavola da surf a motore che vince i premi di design; l’architettura sostenibile che stiamo progettando; dormire bene con il cuscino smart; l’atmosfera di Venere.   >>>

Buona Settimana,

Paga

Tutta la e-zine 170 di Paganini non Ripete con le meravigliose immagini >>>

Rivedi tutti i Paganini non Ripete >>> con tutte le immagini qui >>>

 

NOTA DELLE SETTIMANA

I media e gran parte degli analisti italiani continuano a preferire la spiegazione del duo Cina/OMS: il covid-19 sarebbe passato da un pipistrello all’uomo al mercato di Wuhan. Non ci sarebbero prove. Con l’aiuto dell’amico e Professore Antonio Colantuoni preferisco ricercare l’origine nel virus nel laboratorio di virologia (il primo in Cina, per importanza) della città di Wuhan. Qui ci sono più prove che naturalmente Pechino nega e l’OMS non aiuta ad investigare.
Due ricercatori cinesi, in un recente lavoro, hanno tentato di far luce sulla comparsa del virus, SARS-CoV-2, che sta determinando l’attuale pandemia. I risultati del loro studio indicano che il virus studiato a Wuhan, nel laboratorio di virologia, sia sfuggito ai ricercatori impegnati nello studio.
L’ipotesi più probabile è che uno dei ricercatori sia stato morso o contagiato dal sangue di un pipistrello, utilizzato per prelevare il virus e studiarlo. I pipistrelli sono stati a lungo studiati in tutto il mondo, a cominciare dalla metà del 1800. Nel 1852, T.W. Jones, un ricercatore tedesco, pubblicò i primi dati sul circolo venoso dei pipistrelli, che presentano venule capaci di contrarsi e dilatarsi ritmicamente (Phyl. Trans. R. Soc. London, 1852). CONTINUA A LEGGERE >>>

 

GLI INTOCCABILI INFRASTRUTTURE ANAS IL POTERE DEI BUROCRATI

È crollato un altro ponte  (tra Albino Magra e Santo Stefano Magra, tra Massa Carrara e La Spezia). Le responsabilità del crollo sono evidenti. Eppure nessuno, a cominciare dal Ministro dei Trasporti, prende provvedimenti. 

 

PERCHÈ È IMPORTANTE?   Come cittadini dobbiamo promuovere la professionalità e la responsabilità che questa comporta. Invece, lo Stato tramite il Governo, protegge la scarsa professionalità e disconosce la responsabilità al fine di proteggere la burocrazia (il Deep State) e garantirgli maggiore potere. Di fatto, la burocrazia che insegue unicamente i suoi interessi ha più potere della politica che rappresenta gli interessi e le idee cittadini. La pessima gestione delle infrastrutture è l’ennesima prova. 

 

SOLO 4 MESI FA   l’ANAS aveva certificato la mancanza di pericolo per la tenuta del viadotto, si tratta di professionalità insufficiente. Stavolta siamo stati fortunati. Non c’è stata una tragedia, date le restrizioni al traffico indotte dal Covid-19. Però, non possiamo sempre affidarci alla buona sorte. 

 

NON POSSIAMO   ridurre tutto a qualche inchiesta amministrativa (interna dell’Anas) e penale (delle Procure). È un problema di cui noi cittadini dobbiamo farci carico perché riguarda la nostra sicurezza, lo sviluppo economico, e la nostra libertà rispetto alla burocrazia. 

 

BUROCRAZIA INADEGUATA   Questo crollo non è un episodio (seppur purtroppo frequente in Italia) di manufatti taroccati all’origine da lavori fatti male con materiale scadente. E’ assai peggio. Costituisce la prova certa che la struttura dell’ANAS comprende professionalità inadeguate.  

 

GUARDA ANCHE I VIDEO DELLA SETTIMANA (APRILE 26) >>>

ANAS IRRESPONSABILE   E siccome l’ANAS rientra nella struttura pubblica, vuol dire che le nostre istituzioni (di sicuro almeno alcune) non sono in grado di svolgere appieno il loro compito di assicurare a noi cittadini la normale fruibilità delle infrastrutture.  

 

LA POLITICA RESPONSABILE   A questo, la politica responsabile deve reagire subito, rifiutandosi di scivolare nel gorgo delle dispute giuridiche sulle responsabilità, sulle tempistiche, sui diritti dei funzionari da rispettare. 
La politica non può cedere alla burocrazia e rifiutare la realtà delle cose nascondendosi dietro una sovrastruttura di regole, che vengono trasformate da cornice per la libertà dei cittadini in scudo per consentire a qualcuno di non adempiere al proprio ruolo. 
Perché i diritti di chi ricopre un ruolo pubblico, non coincidono con quelli del cittadino in quanto tale. Vengono dopo gli  obblighi imposti dal ruolo, tra i quali in testa c’è la professionalità nello svolgerli. 

LEGGI ANCHE COVID-19 LA MORTE INDOTTA >>>

QUANDO   crollano cinque campate di un ponte realizzato da decenni e di cui nell’ultimo anno erano state segnalate crepe ammonitrici, è evidente la forte carenza di professionalità delle squadre tecniche dell’ANAS incaricate di verificare. 
A differenza del crollo del Ponte Morandi (2018), mancano le cortine fumogene erette a bella posta dal concessionario per procrastinare la revoca della concessione.

 

LE ISTITUZIONI NON POSSONO   accettare la carenza di professionalità. Dato che aver l’incarico per svolgere certi compiti pubblici  non è un diritto di cittadinanza. Viene dopo le qualifiche professionali (uno dei mille fattori che rendono diverso ciascun cittadino).  

HUFFINGTONPOST: MALATI DISCRIMINATI >>>

VIA GLI (IR)RESPOSNABILI   Ragion per cui, tutti i tecnici ANAS che (nel 2019) hanno più volte certificato l’assoluta sicurezza del ponte ora crollato, vanno istantaneamente rimossi  (rimossi, non sospesi) dal loro ruolo. Perché il fatto è comprovato. E attiene alla sicurezza pubblica evitare che si continui ad affidare detta sicureza a persone che hanno dimostrato di non avere la professionalità necessaria.  
Dopo il Covid19 è necessario mutare la mentalità corrente accrescendo l’attenzione per la dinamica individuale: ciascuno deve svolgere i propri compiti con professionalità, anche la burocrazie del Deep State.

 

Gli Intoccabili Infrastrutture Anas Il Potere dei Burocrati – PNR170 – Pietro Paganini

Author

PNR