sul tradimento

Sul Tradimento – Pietro Paganini – #PNR64

#TU QUOQUE …
Buona Domenica e felice Pasqua. Non è un Pesce d’Aprile 🐠… Il tradimento e la risurrezione sono il fondamento della Pasqua. Giammarco Brenelli di Competere, Kishore Jayabalan dell’Acton Institute e Raffaello Morelli, ci stimolano a riflettere in questo giorno di riposo offrendoci una prospettiva più ampia, laica e Liberale. Con PNR64 vogliamo maturare l’idea che tradimento e risurrezione siano strumenti per scoprire l’effettivo funzionamento dei meccanismi del mondo piuttosto che espressioni di  un’idea fissa.
E poi…Architettura, design, smart life delle UOVA PASQUALI 🐣 Buona lettura…

Paganini Non Ripete - e-zine Road to the Future

The weekly e-zine that analyzes economic and social facts, elaborates and shares ideas, helps anticipating the future.

TU QUOQUE …Galileo Galilei tradì tre volte. Tradì la teoria tolemaica su cui si fondava l’idea religiosa (cristiana e secolare) del mondo; tradì se stesso rinnegando la sua interpretazione dell’universo – sotto minaccia; tradì i sostenitori del suo pensiero promettendo di denunciarli alle autorità religiose – cosa che non fece mai.

Ma Galilei non tradì la scienza. Al contrario, il suo rifiuto della norma vigente, che a quei tempi era il punto di riferimento della comunità ci presenta il tradimento quale critica di un sistema prestabilito e imposto. Per Galilei il tradimento come tale è il cuore critico del metodo sperimentale. Tradendo l’idea che la terra fosse al centro dell’universo Galilei ci ha CONSEGNATO un’idea più vicina ai fatti, e non più lontana. Ci ha CONSEGNATO conoscenza, ampliandola.

Tradire è tradere, CONSEGNARE, che con l’ultima Cena della teologia cristiana assume una connotazione negativa. La consegna in cambio di un valore economico. La consegna del Cristo ai Romani è la violazione, prima di tutto, del rapporto di amicizia e di fiducia. Nel consegnare, o vendere, il Cristo ai Romani, Giuda rompe un rapporto di amicizia, ma compie anche uno scambio riconoscendo la realtà non riducibile  all’unità del gruppo chiuso.

PERCHE’ E’ IMPORTANTE?   Il tradimento non dovrebbe essere interpretato come la violazione di un rapporto di fiducia tra parti ma come la messa in discussione del rapporto stesso che nell’ambito del mercato si manifesta come scambio regolato da accordi.

DA QUI L’IDEA LIBERALE   per cui il tradimento non è configurabile quale affronto personale attraverso la violazione di un rapporto di fiducia. E’ piuttosto il mancato rispetto di un patto privato che può trovare nella norma che regola la convivenza tra individui una forma di tutela.

E’ UN ATTO CREATIVO   Nella rottura dei patti germoglia anche l’atto creativo che alimenta nuove conoscenze. Rompendo i patti si manifesta la necessità di rivedere gli accordi e quindi incrementare la conoscenza e migliorare la convivenza tra individui diversi. La diversità infatti, coltiva il cosiddetto tradimento perché richiede regole più ampie che rappresentino la molteplicità degli interessi e dei modi di esprimersi.

LA SCIENZA BENEFICIA   del tradimento  perché si rompe – vedi Galilei – il rapporto con la norma e gli strumenti vigenti, favorendo l’emergere di prospettive diverse e l’aumentare della conoscenza dell’universo.

E’ UN ATTO DOLOROSO   che, tuttavia, coltiva il continuo ripensamento dei rapporti e quindi il miglioramento della convivenza attraverso cui si manifesta la libertà individuale.

Sul Tradimento – Pietro Paganini – #PNR64

Nel PNR64 sul Tradimento ci sono anche:

Atto Creativo di Giammarco Brenelli

Easter and the Free Society di Kishore Jayabalan
Liberalismo Tradimen e Risurrezione di Raffaello Morelli
Author

PNR