Il Manifesto di PNR

PNR – Paganini Non Ripete è un modo nuovo di contribuire al dibattito pubblico fornendo ai lettori analisi e argomenti circa la cultura, l’economia, e le condizioni di vita nella società contemporanea.

PNR nasce intorno ad un gruppo di cittadini ciascuno impegnato in una sua attività che vuole alimentare il discorso pubblico affrontando le problematiche quotidiane. L’idea è di elaborare argomenti complessi esponendoli in modo semplice e mai superficiale, e rendere agevole e rapida la lettura. Il lettore deve poter concordare o dissentire ma deve essere stato stimolato e provocato con contenuti discutibili nelle conclusioni ma apprezzabili nel metodo.

I media tradizionali come i giornali e la TV, ma anche molte delle nuove forme di espressione, quali i social media, non puntano più a stimolare i lettori che, di fatto, allontanano e perdono. Si sono ridotti a replicare notizie già date, a catturare l’attenzione emotiva con bufale, analisi piene di pregiudizi, distorsioni logiche, assiomi nascosti, e soprattutto un mare di fesserie che impoveriscono il dibattito pubblico e annichiliscono la curiosità dei cittadini.

PNR vuole essere una risposta della ragione alla necessità di affrontare le problematiche della società dell’informazione e dell’intelligenza artificiale con intelligenza e prontezza.

Il gruppo di cittadini di PNR promuove la scienza e il metodo sperimentale. La ragione e lo spirito critico migliorano le conoscenze e, quindi, il nostro ruolo nel mondo.

Crediamo che il conflitto tra idee diverse, sperimentato nei fatti, sia fondamentale per avanzare la conoscenza. Così sosteniamo la diversità. Non siamo cittadini uguali. Siamo diversi e questa diversità produce idee differenti che attraverso il conflitto migliorano il nostro modo di vivere. Piuttosto dobbiamo consentire al più ampio numero di persone di accedere alle stesse opportunità (incluse le migliori).

Scriviamo per smontare lo storicismo e l’idealismo, teorie estranee al metodo scientifico. Non esiste un mondo perfetto da costruire con l’amore e la solidarietà. Vogliamo invece contribuire alla costruzione di un mondo sempre perfettibile attraverso la ragione, la sperimentazione e l’innovazione.

Gli strumenti di comunicazione, come quelli che stiamo imparando ad usare, ci consentono di coinvolgere un numero di persone sempre maggiore e più alla svelta. Ma non siamo interessati ai like o al numero di follower e non scriviamo con quell’obiettivo. Vogliamo al contrario, stimolare quante più persone possibile. Non vogliamo che ci apprezzino, ci seguano o che ci lodino, o che si uniscano a noi come in una sorta di società segreta o di setta. Semplicemente vogliamo stimolarle al dibattito e al non dimenticare mai i fatti. E se non concordano con quello che scriviamo siamo felici lo stesso, quando argomentano il perché. Anzi, la nostra linea editoriale è proprio questa: poter essere in disaccordo tra di noi sui risultati prevedibili, ma non sul metodo di ricerca e di sperimentazione.

Cittadini intelligenti e svegli

Non è un prodotto editoriale per chi cerca la cronaca sociale e politica spicciola di tutti i giorni, analisi banali, o argomenti privi di qualsiasi scientificità. Ci rivolgiamo ad un’audience ben precisa, che vuole leggere le nostre analisi, vuole contribuire, e soprattutto le utilizza per arricchire il discorso pubblico. Sono contenuti brillanti per cittadini che per quanto possono intendono essere intelligenti e svegli.

 

Semplicità e complessità

La semplicità è la suprema sofisticazione. Semplifichiamo temi complessi per renderli facilmente e rapidamente leggibili. Non vuol dire che rinunciamo alla qualità. Al contrario, la capacità di divulgare concetti articolati è un’arte che vogliamo coltivare in modo da coinvolgere il più ampio numero di persone.

 

Accessibilità e piacevolezza

Ci impegniamo per rendere i nostri argomenti più facilmente e rapidamente fruibili, senza perdere la profondità del contenuto. La grafica minimale che abbiamo scelto fornisce funzionalità ai nostri contenuti. Vuole essere piacevole da utilizzare e condividere. I testi sono strutturati per essere leggibili rapidamente. Andiamo subito al punto.